Visitare Certaldo, tra cipolle e memorie di Boccaccio

Condividi Firenze!

Certaldo, immersa tra le dolci colline toscane, è un piccolo borgo ricco di storia, arte e tradizione: si visita in un pomeriggio ma in poche ore riesce a sorprendere il visitatore raccontando il proprio passato attraverso vicoli medievali, piccoli capolavori dell’arte e il paesaggio da cartolina della campagna toscana circostante. Per visitare Certaldo si raggiunge il borgo con la caratteristica funicolare e si gira a piedi, perdendosi per le stradine tranquille, godendosi i colori delle pietre, dei mattoni e del cielo.visitare certaldo

Visitare Certaldo: cosa vedere

Certaldo è famosa per essere il paese di origine di Giovanni Boccaccio, che viene celebrato e ricordato praticamente ad ogni angolo. Si può visitare anche la casa di Boccaccio: non è originale perché è stata totalmente distrutta e ricostruita, di medievale ormai c’è rimasto poco – ad esempio un paio di curiose ciabattine del 1300 ritrovate durante degli scavi sotto l’abitazione – ma è un luogo per riscoprire il grande poeta, l’ingresso costa pochissimo (2 euro) ed il panorama che si gode dalla cima della torre è bellissimo.

Non dimenticare di visitare anche il Palazzo Pretorio, con la sua bella facciata merlata e decorata con gli stemmi dei Pretori che si sono succeduti a Certaldo: quelli in ceramica invetriata sono opere della bottega fiorentina dei Della Robbia. All’interno le sale del palazzo sono ricche di affreschi e testimonianze del passato: poiché svolgeva anche la funzione di tribunale civile, si può visitare non soltanto la Camera del Cavaliere, dove si tenevano le udienze, ma anche le carceri. Piccole, umide e buie, le prigioni sotterranee erano divise in maschili e femminili e ancora oggi mettono davvero i brividi.visitare certaldo

Tra le cose da visitare a Certaldo c’è la chiesa dei SS. Tommaso e Prospero, proprio accanto al Palazzo Pretorio. Abbandonata da secoli, sconsacrata e addirittura utilizzata come magazzino, oggi è stata recuperata e viene utilizzata sala come per conferenze e piccole esposizioni, ma soprattutto è sede dei meravigliosi affreschi del Tabernacolo dei Giustiziati di Benozzo Gozzoli. Questa incredibile opera d’arte si trovava lungo la via Francigena e serviva a dare l’ultimo conforto spirituale ai condannati a morte; gli affreschi sono stai trasferiti all’interno per proteggerli dai danni del tempo e degli agenti atmosferici.

Se sei un amante dell’arte antica visita anche il Museo di Arte Sacra, è piccolo ma espone alcuni veri e propri capolavori dimenticati, come le splendide tavole duecentesche e trecentesche provenienti dalla chiesa di Santa Maria a Bagnano.visitare certaldo

La seconda metà di luglio a Certaldo si svolge Mercantia, il festival di teatro e musica di strada che si svolge ogni anno per le vie del borgo. L’atmosfera è magica, è un evento molto coinvolgente che richiama artisti e visitatori da mezzo mondo, ed è un’ottima occasione per scoprire Certaldo e il suo territorio. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale di Mercantia con date e eventi della prossima edizione.

Una delle cose da assaggiare assolutamente a Certaldo sono le sue cipolle. Rosse e particolarmente dolci e gustose, sono famose fin dal medioevo e sono state citate anche da Boccaccio nel Decameron nella celebre novella di Frate Cipolla e i certaldesi, e oggi sono anche diventate un presidio Slow Food. Se vuoi portare a casa qualcosa di tipico la marmellata di cipolle di Certaldo sta benissimo con il pecorino toscano stagionato! E poi fanno anche il salame alla cipolla, e molte altre specialità tipiche…cipolla di certaldo

Se sei già stato a visitare Certaldo raccontami la tua esperienza con un commento! Se invece non ci sei mai stato e vorresti visitarlo accompagnato da una guida turistica sono a tua disposizione, puoi contattarmi qui.

Può interessarti anche:


Condividi Firenze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *