4 buoni motivi per visitare il Mugello

Condividi Firenze!

Il Mugello è una delle zone di campagna più belle di tutta la Toscana, meno affollata di turisti rispetto al Chianti e ancora molto autentica, grazie alla cura delle persone del luogo nel mantenere vive tradizioni e attività locali tipiche. È comodamente raggiungibile con pochi minuti di auto da Firenze, ed è una meta perfetta per staccare la spina e allontanarsi dalla città per una gita di un giorno a contatto con la natura.

Se ti ho incuriosito ecco per te quattro buoni motivi per visitare il Mugello e scoprire questo angolo di Toscana ancora poco conosciuto: una terra di storia, natura, arte e sapori da gustare lentamente.

Il cibo

In Mugello si mangia benissimo! Grazie a prodotti locali di alta qualità come le castagne, i funghi, i tartufi bianchi, la selvaggina e naturalmente il vino rosso. Le eccellenze del territorio vengono trasformate in gustosi piatti grazie alle ricette tradizionali come i tortelli di patate mugellani, che vengono celebrati ogni estate nella famosa Sagra del Tortello, che si svolge per tutta l’estate in vari paesi della zona.

Oltre a quella del tortello, ti segnalo la Sagra del Marrone di Palazzuolo sul Senio, quella della Castagna di Marradi e la mostra mercato del tartufo bianco di Barberino del Mugello, tutti eventi che si svolgono in autunno. Per avere maggiori informazioni su date e luoghi controlla la sezione eventi del sito MugelloToscana.

visitare il mugello

Il paesaggio

Il Mugello forse la valle della campagna toscana che amo di più, per il suo paesaggio rilassante fatto di dolci colline che si trasformano lentamente in montagne, ricoperte di campi coltivati e di tanti boschi, punteggiate da piccoli borghi e cascinali isolati.

È una zona molto verde dove poter fare trekking e escursioni in mountain bike lungo percorsi che uniscono natura e storia. l’estate è decisamente più fresca rispetto a Firenze, ed è un piacere scappare qui, a pochi km ma diversi gradi centigradi di distanza dalla città. E grazie al lago di Bilancino si può venire qui anche per fare un bagno rinfrescante.

mugello cosa vedere

Il lago di Bilancino

I borghi del Mugello

Visitare il Mugello significa incontrare alcuni dei borghi più caratteristici e autentici della provincia di Firenze, anche se meno conosciuti rispetto ad altri, dove l’atmosfera e la vita quotidiana sono ancora quelle di una volta. Scarperia, uno dei borghi più belli d’Italia, fu fondata nel 1306 dalla Repubblica Fiorentina ed è famosa per l’antica arte di forgiare coltelli, forbici e lame in genere, una tradizione viva e attuale ancora oggi. Nel Palazzo dei Vicari si può visitare il Museo dei Ferri Taglienti, e ogni anno l’8 settembre si svolge la rievocazione storica del Palio del Diotto. Da non perdere sono anche i borghi di Sant’Agata, Vicchio, e quelli appenninici dell’Alto Mugello: Fiorenzuola, Marradi e Palazzuolo sul Senio.

mugello cosa vedere

Scarperia

L’arte

Il Mugello è ricco di testimonianze di arte e di architettura, a volte realizzate da importanti artisti del Rinascimento e spesso legate alla famiglia Medici, che era originaria proprio di questa vallata. Il legame tra i Medici ed il Mugello non si spezzò mai: molti di loro amavano trascorrere qui diversi mesi all’anno, nelle residenze che avevano costruito durante i secoli e che avevano trasformato da castelli e fattorie in eleganti ville di delizie dove godere dei piaceri della campagna.

Da non perdere il convento di Bosco ai Frati, progettato da Michelozzo per conto di Cosimo il Vecchio, che conserva all’interno un crocifisso in legno attribuito a Donatello, le ville medicee di Cafaggiolo e del Trebbio, e la villa Demidoff di Pratolino, un tempo magnifico giardino pieno di meraviglie della famiglia Medici, di cui rimane la testimonianza dell’enorme statua dell’Appennino del Giambologna. Se ami l’arte e lo stile liberty vai a visitare il Museo della Manifattura Chini a Borgo San Lorenzo, dedicato alla celebre manifattura che produceva i capolavori in ceramica disegnati da Galileo Chini e dagli altri artisti della famiglia.

Che ne dici, ti ho fatto venire voglia di visitare il Mugello? Se hai bisogno di una guida turistica o anche maggiori informazioni non esitare a contattarmi!

visitare il mugello

L’Appennino del giambologna alla Villa del Pratolino

Può interessarti anche:


Condividi Firenze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *